Chi Sono

vincenzodibonaventuraVincenzo Di Bonaventura

Vincenzo Di Bonaventura nasce a Roseto degli Abruzzi nel 1950, per poi trasferirsi a Venezia nel 1974 per svolgere l’attività di insegnante. Nel 1982 inizia la sua formazione artistica alla Scuola di Teatro di Bologna diretta da A.Galante Garrone secondo i principi di Jacques Lecoq.
Nel 1994 frequenta la Scuola Internazionale di Mimo e Clown di Philippe Gaulier a Londra e partecipa a numerosi Stage di perfezionamento e specializzazione sul movimento, la maschera, la commedia dell’arte sia in Italia che all’estero.
Fin dall’83 lavora con la cooperativa Teatromondo di Venezia (con la regia di Giuseppe Emiliani), col Teatro Universitario Ca’ Foscari, il Teatro Stabile del Veneto e il Teatro Nìovo di Venezia.
Successivamente come insegnate e regista allestisce numerosi spettacoli occupandosi prevalentemente di teatro d’avangardia, teatro europeo del novecento, commedia dell’arte , la maschera.
Nello stesso tempo fonda il “Teatrodue” a San Benedetto del Tronto, all’interno del quale è autore e interprete di numerosi allestimenti sulla poesia e il teatro in collaborazione con Patrizia Sciarroni e il Teatrlaboratorium 27 Aikot insieme al’Accademia d’Arte Comica e drammatica per attore e solista.
Vincenzo Di Bonaventura ha approfondito soprattutto il teatro di prosa del novecento: Savinio, Pirandello, Anouilh, D’Annunzio, Pasolini ecc., oltre i classici della tragedia greca quali: Euripide, Sofocle, Eschilo e le tragedie elisabettiane di Shakespeare. Succesivamente molte sono le operazioni di teatro-recital-concerto su Dante Alighieri, Inferno, Purgatorio e Paradiso, con particolare ricerca sulla voce e sugli strumenti percussivi, e spettacoli di “Teatromovimento”(Cervantes, Goethe, Iacopone da Todi, Dario Fo…) attualmente collabora cone le scuole cittadine medie e superiori, come insegnate di teatro e storia del teatro. Ha partecipato difatti alla rassegna internazionale di teatro-scuola a Palazzolo Acreide con il Liceo Classico G. Leopardi di San Benedetto del Tronto, con opere di Eschilo, Aristofane e Euripide.
Gestisce un teatro a San Benedetto del Tronto dov’è programmata una rassegna di teatro contemporaneo.
Prosegue il suo impegno come direttore della scuola di teatro dell’Associazione Teatrlaboratorium 27 Aikot.